La Preistoria in Salento

Il corso consente di ripercorrere la lunga e complessa evoluzione che ha caratterizzato l’uomo e le sue manifestazioni culturali. Nello specifico verrà presentato il panorama delle ricerche, delle scoperte e degli approfondimenti consolidati nel corso degli anni, per passare, poi,  ad un relativo studio del contesto territoriale locale.

I contenuti profusi sono i seguenti :

  • La Preistoria come scienza; Concetti dominanti il pensiero scientifico dell’800; Teoria della sistematica (Carl von Linnè); Teoria del Fissismo (George Couvier); Teoria del Trasformismo (J. B. de Lamark);  Teoria dell’evoluzionismo e della selezione naturale (Charles Darwin);  Modello di sviluppo dei fenomeni sociali (Lewis Morgan); Metodo tipologico (Oscar montelius); Sistema delle tre età (Cristian Thomsen); Sistema di periodizzazione della preistoria (John Lubbok); Suddivisione del Paleolitico sulla base di criteri archeologici. (Gabriel de Mortillett); Schema cronologico e culturale della Preistoria europea;  Le Glaciazioni; La produzione di manufatti in pietra e le diverse facies culturali; Le abitazioni nel Paleolitico; Rito funerario e aspetti cultuali nel Paleolitico; Manifestazioni artistiche del Paleolitico; Il Mesolitico; Il Neolitico; Età del Rame (Eneolitico); Età del Bronzo; La Metallurgia; Gli insediamenti; Aspetti rituali del Neolitico; Manifestazioni artistiche del Neolitico; La Preistoria nel Salento; “Geositi”: dalla formazione all’indagine archeologica; Il sito di Roca Vecchia (Grotta della Poesia); La Grotta dei Cervi; La Grotta Romanelli; La Grotta Zinzulusa; La Grotta Porcinara; La Grotta Tre Porte; La Grotta di Capelvenere; Le Grotte della Baia di Uluzzo; Conclusioni.
  • Per il consolidamento dei contenuti si potranno concordare visite d’istruzione al Museo L’Alca di Maglie; al Museo della preistoria di Nardò o al Museo Provinciale Sigismondo Castromediano di Lecce.
  • Il livello di approfondimento delle tematiche summenzionate sarà calibrato rispetto al targhet di riferimento.

    Richiedi i dettagli  dell’offerta formativa   al nr. 392 65 71 732 oppure a info@studioarcheologiaeambiente